Reg. (UE) 2020/446 il controllo delle merci

Reg.(UE) 2020/446: controllo alimenti e Covid-19

Reg.(UE) 2020/446: il cibo ai tempi del Covid-19

Regolamento UE sulle merci per Covid19

Immagine della struttura dei Coronavirus a cui appartiene il Covid-19.

L’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 ha portato alla pubblicazione all’interno della Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del “Regolamento di esecuzione (UE) 2020/466 della Commissione del 30 marzo 2020 relativo a misure temporanee volte a contenere rischi sanitari diffusi per l’uomo, per gli animali e per le piante e per il benessere degli animali in occasione di determinate gravi disfunzioni dei sistemi di controllo degli Stati membri dovute alla malattia da coronavirus (COVID-19)

Il Regolamento risponde alla necessità di garantire la salubrità delle merci e una corretta circolazione, per fare ciò è importante attuare alcune disposizioni per facilitare la pianificazione e garantire controlli a attività ufficiali.

Il Regolamento in breve

Di seguito indichiamo alcuni dei punti salienti presenti all’interno del Reg. (UE) 2020/446:

  • I controlli e le attività ufficiali possono essere effettuati da più persone fisiche autorizzate dall’autorità competente in base alla loro formazione, esperienza e qualifiche. Il personale selezionato dovrà essere in costante contatto con le autorità competenti mediante sistemi di comunicazioni disponibili. In questo modo potranno ricevere indicazioni per l’esecuzione dei controlli ufficiali.
  • I controlli e le attività ufficiali legate alle certificazioni o attestati possono essere effettuati, in via eccezionale e fino all’applicazione del regolamento, mediante un controllo ufficiale eseguito su una copia elettronica elaborato e trasmesso in Traces oltre alla presentazione dell’attestazione originale. Il Responsabile che presenterà la certificazione dovrà consegnare anche una dichiarazione all’interno della quale indicherà che la consegna dell’originale avverrà quanto prima.
  • I controlli ufficiali possono essere effettuati fino al termine sancito dal Reg. (UE) 2020/446 nei seguenti modi:
    • è possibili delegare temporaneamente analisi, prove o diagnosi da svolgersi normalmente all’interno di laboratori ufficiali, in qualsiasi laboratorio autorizzato dalle autorità competenti;
    • è possibile utilizzare mezzi di comunicazione a distanza nel caso in cui sia necessario svolgere riunioni legate all’applicazione dei controlli ufficiali indicati all’interno dell’articolo 14 del regolamento (UE) 2017/625

Reg. (UE) 2020/446: quando entrerà in vigore?

Il Regolamento entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e verrà applicato fino al 1° giugno 2020.

Documenti Utili: